martedì 22 maggio 2012

Tortiera di sarde con patate

Buongiorno a tutti!!
Oggi finalmente aggiungo al mio blog un bel secondo di pesce, era un po' che non succedeva :)
Le sarde mi piacciono molto, sono i primi pesciolini che ho avuto il coraggio di cucinare in vita mia....ah, non vi avevo mai parlato della mia fobia dei pesci??? Eggià.... Tempo fa non riuscivo neanche a guardarli in televisione, non faccio praticamente mai il bagno nei fiumi o al mare... Un bell' handicap per chi ama la cucina e adora mangiare il pesce!!
Da un annetto ho preso un po' di coraggio e tento di maneggiarli, anche quelli un po' più grossi.... Cosa non si fa per passione eh??
Comunque tornando alla ricetta, è abbastanza classica e davvero buona, se non l'avete mai provata ve la consiglio.






Ingredienti:


700 grammi di patate

un cucchiaio colmo di capperi dissalati

700 grammi di sarde

prezzemolo

menta

mezzo spicchio d'aglio

100 grammi di pangrattato

olio evo

sale

pepe




Lavate le patate, asciugatele, sbucciatele e tagliatele a fettine molto sottili; tuffatele in una pentola con abbondante acqua bollente e cuocetele per 4 minuti. Scolatele e stendetele su un foglio di carta forno.
Pulite quindi le sarde, ottendendole aperte a libro, sciacquatele e stendetele mano a mano ad asciugare su carta da cucina.
Tritate i capperi nel mixer con le foglie di un ciuffo di prezzemolo, qualche foglia di menta, l'aglio sbucciato e privato del germoglio interno, il pangrattato, 3 cucchiai d'olio, sale e pepe.
In una teglia formate il primo strato con le fettine di patate, coprite con un po' di trito aromatico, aggiungete uno strato di pesci e ancora un altro di trito aromatico.
Proseguite in questo modo fino ad esaurire gli ingredienti, terminando con pesci e trito.
Completate con 3 cucchiai d'acqua e cuocete in forno a 180 gradi almeno per mezz'ora. Servite bello caldo.


Un abbraccio a chi mi sostiene e passa a farmi visita!!

Giulia


8 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì hanno un sapore particolare che o le ami o le odi!!

      Elimina
  2. I pesci azzurri sono i miei preferiti. Questo me li mangerei con grande piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Fr@!! un abbraccio :)

      Elimina
  3. Sarde buonissime! dai pian piano la fobia migliorerà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì devo dire che è molto terapeutico cucinare per me... ho già fatto dei gran passi in avanti per quanto riguarda i pesci inanimati, per quelli vivi devo lavorarci ancora un po' su :) Grazie Giulia un bacione!

      Elimina
  4. Posso affermare che effettivamente la fortuna fa fare miracoli.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero!!! Grazie Mary, un super bacio :)

      Elimina